Gli sviluppatori hanno un’altra opzione per la programmazione funzionale con il linguaggio Elixir, che ha appena raggiunto il traguardo release 1.0.

Posizionato come un linguaggio funzionale e dinamico per la creazione di applicazioni scalabili e mantenibili, Elixer sfrutta l’Erlang VM, che è stata settato a bassa latenza,

I Punti di forza di Elixir sono il Web di rete e i servizi distribuiti, ha detto Valim (il creatore) che gestisce attività di ricerca e sviluppo alla Brazillian, società di consulenza software Plataformatec. In una e-mail afferma:

“mi aspetto un sacco di applicazioni dallo sviluppo web e opere infrastrutturali così come servizi distribuiti scritti in Elixir”

Le prime influenze sulla Elixir includono Ruby, Erlang, Clojure, e Lisps, Valim ha detto:

Elixir è molto simile Ruby, ma appena si arriva oltre la sintassi, si vede che la semantica è in realtà molto diversa.”

Elixir è composto da un compilatore, un runtime, e libreria standard; una libreria di template per la generazione dei documenti dinamici; una libreria di test di unità; una shell interattiva; un programma di utilità di registrazione; e uno strumento di compilazione.

Mentre gli sviluppatori Elixir si aspettano che la maggior parte dei programmi rimangano compatibili con il tempo, non possono garantire che i cambiamenti futuri. Le modifiche che potrebbero rompere il codice di sicurezza comprendono le correzioni di bug, miglioramenti del compilatore, e le nuove funzioni del modulo del kernel.

Il Programmazione funzionale, che si basa su funzioni matematiche per il calcolo, è stato posizionato come utile per la concorrenza, ed ha attirarato un sacco di attenzione con linguaggi come Microsoft.

“La Programmazione funzionale promuove uno stile di codifica che aiuta gli sviluppatori a scrivere codice in breve, veloce, e mantenibile,”

Andrew Oliver, ha però espresso preoccupazione per la leggibilità del codice e l’idoneità per la programmazione general-purpose.

Alex Molina
About Alex Molina

Laureato in Economia e Gestione aziendale presso L'Università degli Studi Roma Tre, specializzazione in Economia e Management (Marketing). Attualmente Web Designer presso AccentoDesign.it