Probabilmente quasi tutti abbiano cercato online un ristorante, un albergo o attrazioni di vario genere si sia imbattuto in TripAdvisor il portale dei viaggi dove gli utenti possono recensire una struttura, cosicchè chi la cerca online può farsi un’idea e sceglierla o meno, e proprio questo è stato il tema del contendere che ha portato l’Antitrust a multare la società americana e quella italiana (TripAdvisor LLC e TripAdvisor Italy, quotate in borsa) con una multa di 500.000€ affermando che “enfatizza il carattere autentico e genuino delle recensioni, inducendo così i consumatori a ritenere che le informazioni siano sempre attendibili, espressione di reali esperienze turistiche”.

Come era nell’aria per molti navigatori online mediamente esperti che di commenti e recensioni falsi ce ne fossero molti per andare a screditare una struttura piuttosto che ad avvantaggiarne un’altra è proprio per questo motivo che è intervenuto l’Antitrust grazie anche alle segnalazioni dell’Unione Nazionale Consumatori, di Federalberghi e di alcuni consumatori.

Entro 30 giorni andrà pagata la multa e entro 90 giorni TripAdvisor dovrà comunicare come interverrà per fa si che questa situazione di scorrettezza si estingua.

 

Mattia De Zuliani
About Mattia De Zuliani

Mattia de Zuliani, Web Designer e Content Manager da più di 5 anni, specializzato nella gestione dei contenuti di Siti web. Creativo e dinamico.