Luglio 2, 2020

Cos’è la SERP e a cosa serve

La Sigla SERP vuol dire Search Engine Results Pages, sono i risultati delle pagine che vengono mostrati dai motori di ricerca.

I risultati delle ricerche avvengono in seguito alla ricerca da parte degli utenti, che avviene digitando delle parole chiave.

Per chiarire facciamo un esempio, Marco digita su Google “Osteria romana”, a questo punto Google inizia la ricerca e in pochi secondi verrà indirizzata la SERP dalla parola chiave, in questo caso Osteria romana.

La SERP non è altro che una pagina dei risultati del motore di ricerca.

Come funziona la SERP

Le SERP più utilizzate sono quelle dei motori di ricerca, come Google e Bing per il lato occidentale del pianeta, e Landex e Baidoo rispettivamente in Russia e in Cina.

Ogni motore di ricerca ha delle caratteristiche differenti e la possibilità di personalizzare i risultati da 1 a 100, con i filtri immagini ecc … Ogni motore di ricerca ha differenti algoritmi e mostra dei differenti risultati all’utente, i risultati che vengono mostrati sono scelti in base ai differenti algoritmi che hanno i motori di ricerca.

Sono gli algoritmi che scansionano i siti e le pagine che sono contenute nel web, dopo di che creano un’organizzazione che va in base ad aree tematiche e in basa a determinati argomenti. Tutto questo viene salvato in uno specifico indice o anche detto database, è proprio da questo enorme database che il motore di ricerca attinge ed estrapola i risultati, ricordatevi che i risultati sono in sintonia con la query (parola chiave).

Dato che non esiste un solo motore di ricerca, ognuno di essi seleziona e ordina i risultati in base alla pertinenza dello stesso.

Attualmente il più importante motore di ricerca è Goolge, vediamo ora come interpreta la SERP.

Cosa considera Google prima di farci apparire i risultati della SERP

Come tutti sanno Google è il più grande e rilevante motore di ricerca che ci sia al mondo, ora cerchiamo di comprendere come sia strutturata la SERP.

Quali sono i fattori più rilevanti per Google, cosa prende in considerazione in primis, vediamolo insieme:

  • La pertinenza tra le parole chiave che sono presenti nel sito di destinazione e ciò che l’utente ha digitato;
  • La rilevanza degli argomenti, vengono analizzati tutti i siti che approfondiscono e che sono pertinenti a tale tematica;
  • Vengono proposti i siti che hanno un maggior traffico in visite, questo perché vengono visti come i più soddisfacenti;
  • Si orienta verso siti sicuri e affidabili.

La cosa più interessante è che ogni SERP è personalizzata, in quanto nessun utente avrà gli stessi risultati.

Tutto dipende dalle abitudini di navigazione, dall’area geografica, dato che Google è il più grande motore di ricerca vediamo ora come viene strutturata la SERP.

Com’è strutturata la SERP di Google

Su Google ci sono due tipi di risultati della SERP, una è a pagamento ed una è organica, vediamo quali sono le differenze.

  1. SERP organica: Nei siti dove non compare la scritta annuncio vuol dire che si avvalgono di un’ottima SEO alle spalle che gli permette di essere tra i primi nei risultati di ricerca, oltre a questo vengono inseriti nei risultati organici perciò non a pagamento, quelle informazioni all’interno degli snippet, che vengono anche chiamati BOX della SERP, dove vi si trovano le informazioni generali dell’argomento.
  2. SERP a pagamento: I risultati della SERP a pagamento sono tutti quei siti e link con su scritto “Annuncio”, di solito possono essere al massimo quattro. Per fare parte di questi annunci bisogna utilizzare Google Ads.

Quanto è importante comparire nei primi risultati di ricerca

Essere tra i primi ad apparire nelle prima pagina di ricerca di Google è molto importante vediamo in numeri cosa vuole dire:

  • Il 70 % dei clic avviene nei primi 3 risultati di ricerca, il 40% nei primi 7;
  • Il 32% degli utenti clicca il primo risultato;
  • Il 95% degli utenti si incentra sulla prima pagina;
  • Google da la precedenza ai siti responsive, ovvero quelli che sono consultabili tramite il dispositivi mobili.

Cos’è Google Ads?

Google ADS è la piattaforma pubblicitaria di Google ed è uno strumento che permette di mettere in promozione il proprio sito web, in questo modo passando da Google Ads si avrà un posizionamento non organico.

I siti sponsorizzati appaiono in alto oppure nella colonna destra della pagina di ricerca, anche Google Ads funziona tramite la logica della parola chiave.

Questo strumento da la possibilità di poter creare una campagna pubblicitaria mirata, sfruttando un target ben preciso, inserendo parametri di età, posizione geografica e molto altro.

Per migliorare il posizionamento del proprio sito, anche con Google Ads si dovranno inserire delle parole chiave, che permettono di posizionarsi nei primi spazi pubblicitari.

Conclusioni

Come abbiamo potuto capire risultare tra i primi nella ricerca è molto importante per incrementare la propria visibilità e guadagno.

Motori di Ricerca, SEO Posizionamento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *